Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Rom’ Category

claudiomarta In questi giorni natalizi è scomparso Claudio Marta, antropologo, studioso attento dei fenomeni di razzismo e di intolleranza, amico dei Rom e dei Sinti e attivista per i diritti umani. Di seguito, una sua recente intervista radiofonica e alcuni materiali per conoscere il suo pensiero.

Lo conoscevo appena, il professor Claudio Marta: era il relatore di tesi di un mio caro amico, e sapevo del suo impegno più che decennale per i Rom, i Sinti, gli immigrati e le vittime di discriminazioni in genere. Ci eravamo conosciuti ad un seminario organizzato a Roma da Daniela Carlà, il 15 Gennaio scorso. Poi, lo avevo ritrovato pochi giorni dopo, alla Conferenza Europea sulle Popolazioni Rom e Sinte del 22 e 23 Gennaio: lui, da una posizione istituzionale (era membro italiano del «Comitato di Esperti su Rom e Viaggianti» del Consiglio d’Europa, ed era stato invitato come relatore alla Conferenza) aveva appoggiato le proteste delle organizzazioni Rom, che criticavano l’operato del Ministero dell’Interno. (altro…)

Read Full Post »

presepe Il Natale dei Rom di Pisa, tra baracche e sgomberi: un articolo di Adriano Prosperi su Repubblica.

Strano Natale. Una cronaca televisiva da Forte dei Marmi mostra un mercatino di Natale nel luogo più caro d’Italia. Un venditore dichiara soddisfatto: «Spendono, spendono». La televisione diffonde immagini da cartolina: paesaggi, consumi, uomini e donne tutto di lusso. Spostiamoci di poco. Siamo nei pressi dell’Arno, a poca distanza da Pisa. Altre immagini, altre parole. Si vedono ma non in televisione alcune baracche. Gli abitanti hanno scritto un appello, in italiano e in inglese. (altro…)

Read Full Post »

bimbirom Prosegue a Pisa la vertenza contro le politiche securitarie del Sindaco Filippeschi. Dopo il varo della cosiddetta «ordinanza antibaraccopoli», i Rom rumeni dei campi hanno chiesto e ottenuto un incontro con i capigruppo del Consiglio Comunale. E hanno scritto una lettera alla città e alle istituzioni. Di seguito, il testo della lettera, e il reportage del Tirreno sul consiglio.

Siamo dei Rom rumeni, siamo circa 60 famiglie. Viviamo nella città di Pisa, nelle baracche in condizioni non buone, senza acqua e senza luce. Noi non vogliamo vivere nelle baracche. Siamo costretti a vivere nelle baracche perché non ci è data la possibilità di prendere una casa: il Comune non ha interesse ad aiutarci a trovare una casa. Non possiamo mandare a scuola i bimbi perché non abbiamo le condizioni igienico-sanitarie. Alcuni bimbi vanno a scuola, ma spesso le scuole rifiutano di iscrivere i nostri figli. (altro…)

Read Full Post »

filippeschi Nonostante la vigorosa mobilitazione di associazioni e cittadini, il Sindaco di Pisa Filippeschi prosegue la sua personale guerra a immigrati e Rom. E vara un’ordinanza per lo sgombero di tutti i campi e di tutte le «baraccopoli» del territorio. Di seguito, la nota inviata alla stampa da alcune associazioni.

L’anniversario della Dichiarazione dei Diritti Umani (10 Dicembre), la giornata internazionale dei migranti (18 Dicembre), il periodo di Natale: il Sindaco Filippeschi ha scelto queste ricorrenze per lanciare l’ordinanza contro le «baraccopoli». È una scelta poco felice: perché lo sgombero generalizzato dei campi, previsto dall’ordinanza, rappresenta una violazione dei diritti umani senza precedenti nella nostra città. Decine di famiglie – con donne e bambini – verranno allontanate dalle loro abitazioni precarie e messe in mezzo a una strada, senza alcuna prospettiva. (altro…)

Read Full Post »

zingari Nel Maggio scorso, il presunto rapimento di una bambina ad opera di una donna Rom a Ponticelli, vicino Napoli, aveva scatenato una delle più vergognose campagne razziste degli ultimi anni. Ora, un libro di Marco Imarisio, giornalista del Corriere della Sera, dimostra che quel rapimento era una bufala. E che dietro ai pogrom contro i Rom si nasconde l’ombra della camorra. Ecco cosa è successo.

Sono passati pochi mesi da quell’infausto 12 Maggio 2008. Allora, sui giornali di tutta Italia ha fatto capolino l’immagine della donna Rom rapitrice di bambini. I fatti sono noti. Siamo a Ponticelli, vicino Napoli: Flora Martinelli, giovane madre di 27 anni, si vede portar via – o almeno così racconta – la sua piccola, di appena sei mesi. Il padre di Flora fa appena in tempo a strappare la bimba dalle braccia della Rom rapitrice. Il campo nomadi di Ponticelli viene messo a ferro e fuoco da una folla inferocita, e in tutto il paese si scatena una vergognosa «caccia allo zingaro». Ora, a pochi mesi di distanza, il giornalista del Corriere Marco Imarisio torna su quella vicenda, in un libro che vale la pena di comprare e leggere. (altro…)

Read Full Post »

cioni L’assessore fiorentino Graziano Cioni è ricordato per la sua crociata sulla «legalità», con la quale ha cercato di colpire Rom, «lavavetri» e mendicanti. Oggi, un’inchiesta de «L’Espresso» rivela che quella campagna «legalitaria» del Comune toscano è stata finanziata da Ligresti. Di seguito una riflessione di Ritanna Armeni, da «Liberazione», e il video-audio delle intercettazioni con i dettagli della vicenda.

Adesso si parla di una possibile nuova Tangentopoli, di una nuova ondata di scandali, di denunce, di casi di corruzione che coinvolgono e rischiano di distruggere il partito Democratico di Walter Veltroni come, agli inizi degli anni ’90, hanno travolto e cancellato il partito socialista di Bettino Craxi. (altro…)

Read Full Post »

dijana Mentre una recente ricerca dimostra che la «percezione di insicurezza» diminuisce, un giornale nazionale finge di non accorgersene, e cita uno studio vecchio di mesi che dice il contrario. Poi, in un box illustrativo sui «reati che alimentano l’insicurezza», cita la «presenza di Rom e Sinti»: come se, per i Rom, il solo fatto di esistere e di manifestarsi fosse un reato da perseguire. Ecco i dettagli di una cronaca tutta da riscrivere.

Un’Italia «meno impaurita e meno insicura». Meno spaventata dagli immigrati, forse perchè più attenta ai fattori materiali (e reali) di disagio: povertà, precarietà sul lavoro, crisi economica. E’ la fotografia che emerge nella ricerca condotta recentemente da Ilvo Diamanti, di cui si è già parlato in questo stesso blog. Tuttavia, si sa, il «senso di insicurezza» e la paura dello straniero fanno notizia – almeno per certi giornali – mentre i cittadini preoccupati per il loro lavoro non sono uno scoop, anzi non interessano proprio. E così, se l’«insicurezza» non c’è, la si può sempre inventare… (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »