Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘dati sicurezza’

reati Il «Sole 24 Ore» pubblica i dati statistici relativi ai reati nel primo semestre del 2008: e, ancora una volta, i tassi di criminalità risultano in calo pressochè ovunque. Ma la spiegazione fornita dal giornale di Confindustria – secondo il quale potrebbe trattarsi dell’effetto dei «patti sulla sicurezza» – non trova riscontri convincenti: lo dimostra il caso, piccolo ma significativo, di Pisa, dove non è stato firmato alcun «patto» ma i reati sono calati lo stesso. Sarebbe forse venuto il momento di ripensare un po’ la «sbornia securitaria» che ha travolto la politica negli ultimi mesi. E di cominciare a guardare con altri occhi questi fenomeni.

«Anche i reati sembrano entrati in una fase di recessione»: è il commento del Sole 24 Ore del 1 Dicembre ai dati sull’andamento della criminalità per quest’anno. Prosegue il calo iniziato già a metà 2007 (si veda «Il Sole 24 Ore» del 14 agosto 2008), con una «frenata» del 10% nel primo semestre del 2008 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. (altro…)

Read Full Post »

paura Una ricerca svela che l’insicurezza in Italia è diminuita negli ultimi mesi: e, a quanto pare, è in calo anche la paura nei confronti degli immigrati e dei Rom. Eppure, tutto questo non ha alcuna relazione con i dati reali: perchè, certo, i reati diminuiscono, ma diminuivano anche nei periodi di maggior allarme; e gli immigrati continuano ad arrivare oggi, esattamente come arrivavano qualche mese fa. Insomma, l’«insicurezza» non sembra derivare da fatti concreti, ma si rivela piuttosto una costruzione mediatico-politica: lo spiega Ilvo Diamanti in questo articolo, pubblicato recentemente su «Repubblica».

E’ passato un anno, dodici mesi appena, ma l’Italia sembra un’altra. Meno impaurita e meno insicura. Infatti, l’inverno è vicino, ma il clima d’opinione registra un disgelo emotivo evidente. Come testimonia il Secondo Rapporto curato da Demos e dall’Osservatorio di Pavia per Unipolis sulla rappresentazione della sicurezza nella percezione sociale e nei media. (altro…)

Read Full Post »

Un’inchiesta del Sole 24 Ore sulle grandi città – Roma, Milano e Napoli – dimostra che i reati nel 2008 sono in calo, e proseguono il ritmo discendente iniziato da alcuni anni.

Ormai gli addetti ai lavori lo sanno: non esiste nessuna emergenza sicurezza in Italia. Nulla che giustifichi misure eccezionali, nulla che autorizzi l’impiego dell’esercito nelle strade delle nostre città. Secondo un’indagine dell’ISTAT, tra il 2000 e il 2008 sono diminuiti gli omicidi, gli scippi, i furti di veicoli e di oggetti dai veicoli, i furti nelle abitazioni. Molti reati hanno avuto un andamento decrescente, altri sono rimasti costanti, in qualche caso si sono registrati aumenti: una situazione, comunque, del tutto sotto controllo, che non giustifica l’allarme lanciato da giornali, mass-media e mondo politico. Un’altra inchiesta, condotta dal Ministero dell’Interno, aveva confermato il calo del numero dei reati nel periodo 2005-2007. I reati nel loro complesso erano diminuiti leggermente nel periodo considerato: e, tra quelli in diminuzione, si registravano i furti, le rapine, gli omicidi, le lesioni dolose, gli incendi, i danneggiamenti e le estorsioni, mentre i crimini connessi agli stupefacenti apparivano stabili. Ora, un’inchiesta del Sole 24 Ore condotta nelle grandi città dimostra che il trend negativo è proseguito anche nei primi mesi del 2008. Ecco alcuni dati tratti dal quotidiano di Confindustria. (altro…)

Read Full Post »

Mentre il Parlamento Europeo condanna l’Italia per le discriminazioni e le violenze contro i Rom, in Italia si continuano a citare casi di bambini «rapiti dagli zingari». Cosa ci dicono i dati ufficiali? Una piccola inchiesta, condotta sulla base delle notizie fornite dalla Polizia di Stato.

«Ogni anno, le numerose denunce di minori scomparsi che arrivano alle Forze di Polizia destano sconcerto e preoccupazione nell’opinione pubblica. In realtà il fenomeno, se pur da tenere sotto osservazione e controllo, va ridimensionato alla luce di una attenta lettura dei dati a disposizione». Chi scrive queste righe non è un rappresentante dei Rom, nè un pericoloso «buonista» nascosto nella sede di qualche sciagurata organizzazione umanitaria: è la Polizia di Stato, che ha aperto un apposito sito per documentare i casi di bambini scomparsi (le righe citate sopra le trovate in questa pagina). Vediamo più da vicino i dati delle forze dell’ordine. (altro…)

Read Full Post »

In questo blog ho più volte segnalato l’inconsistenza della cosiddetta “emergenza sicurezza” agitata da giornali e televisioni. I dati di un recente rapporto dell’ISTAT restituiscono una fotografia complessa sulla criminalità in Italia, che non legittima il clima emergenziale creato dalla politica.

Come si è evoluta la criminalità negli ultimi anni? L’Italia è un paese insicuro? Siamo in presenza di una crescita esponenziale dei reati? Una recente ricerca dell’ISTAT fornisce un’immagine ben più “mossa” e complicata di quella proposta da giornali e televisioni. (altro…)

Read Full Post »

Dal blog di Hagar traggo questo articolo sulle violenze sessuali contro le donne. Facendo due conti sui dati del Ministero dell’Interno, l’autrice spiega come l’allarme-stupri collegato all’immigrazione rumena è una costruzione mediatica: gran parte delle violenze avviene in casa, all’interno delle mura domestiche. Il problema vero è la violenza dell’uomo sulla donna, non la violenza dello straniero sull’italiana…

Secondo il Viminale in Italia avvengono 13 stupri al giorno. Nel 2007, scrive Lucia Annunziata, ci sono stati 4.663 casi di violenza sessuale, sempre in Italia e sempre secondo il Viminale. Le denunce non sono più del 4%. Nel 69% dei casi la violenza è opera del marito, dell’ex fidanzato, di un amico, conoscente o parente. [Clicca QUI per leggere il post di Lucia Annunziata]. Voglio fare quattro conti della serva, ma prendo comunque la calcolatrice, chè non si dica mai che le serve non sanno contare… (altro…)

Read Full Post »

All’indomani delle elezioni politiche, mass-media e partiti si sono inventati l’ennesima emergenza-sicurezza. I dati del Ministero dell’Interno, però, dimostrano che i reati sono in calo. Vediamo come stanno le cose.

Proprio mentre in Italia si grida all’emergenza sicurezza, mentre i candidati a Sindaco di Roma fanno a gara a chi è più cattivo (e, aggiungiamo, ignorante e disinformato), il Ministero dell’Interno diffonde i dati sulla criminalità tra il secondo semestre del 2005 e la fine del 2007. Si tratta, va detto, di un intervallo di tempo molto breve: è noto che le evoluzioni dei fenomeni criminali andrebbero studiate nell’arco di decenni, non di mesi. In ogni caso, le cifre fornite dal Viminale non autorizzano nessun allarme: tutti i reati rimangono stabili, e anzi la maggior parte di essi è in lieve diminuzione. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »