Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for ottobre 2008

Il Dossier Caritas uscito ieri fornisce i dati aggiornati sulla presenza e l’insediamento dei migranti nella società italiana. Ne emerge un dato già da tempo noto agli studiosi, ma assai poco rilevato da politica e sistema dei mass-media: gli immigrati producono ricchezza. Non sono un peso, ma una risorsa.

La consistenza degli immigrati regolari in Italia si aggira tra i 3,5 milioni e i 4 milioni – a seconda che si considerino i soli residenti o l’insieme delle presenze regolari – con un aumento rispetto all’anno precedente di diverse centinaia di migliaia di unità, sia per l’Istat che per il Dossier Statistico della Caritas, nonostante la congiuntura economica poco favorevole. (altro…)

Read Full Post »

Si chiamano «richiedenti asilo» o «rifugiati»: sono gli stranieri che fuggono dalle persecuzioni ai loro paesi di origine, e che per questo chiedono protezione in Italia. Il diritto di asilo, previsto dalle convenzioni internazionali, è un obbligo per tutti i paesi, compreso il nostro. Ma le recenti scelte del Governo Berlusconi limitano fortemente questo diritto. Lo spiega, in modo chiaro e accessibile a tutti, questo articolo di Elisa Campani, dell’ARCI di Pisa.

Le scelte politiche del governo centrale in tema di sicurezza e immigrazione vanno ad incidere sulla già critica situazione dell’asilo in Italia e, a nostro avviso, anche sul Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR) rendendo più complicato l’accesso da parte di chi intende usufruirne. (altro…)

Read Full Post »

Un appello di sindacalisti, intellettuali ed esperti di immigrazione chiama ad un lavoro comune e coordinato tutti coloro che intendono contrastare la deriva razzista di questo paese.

Lo scorso Giugno abbiamo lanciato un appello contro le discriminazioni e le violenze perpetrate nei confronti della popolazione zingara in Italia. Discriminazioni che si sono concretizzate anche in alcuni provvedimenti assunti dopo i poteri speciali ai Sindaci, attraverso qualche dichiarazione di membri della maggioranza di governo, in raid indiscriminati contro i campi nomadi, nella proposta di schedatura anche dei bambini, nella proposta di espulsione dal territorio italiano di cittadini anche comunitari. (altro…)

Read Full Post »

Si dice spesso che l’Italia non ha le risorse per accogliere gli immigrati. Che, se si vogliono tutelare gli interessi dei «nostri cittadini», bisogna sacrificare i diritti degli stranieri. La legge 133, approvata in Agosto, dimostra il contrario: perchè contiene un attacco senza precedenti all’Università pubblica, agli studenti e ai docenti «italiani»; ma, contemporaneamente, prevede misure molto gravi, lesive dei diritti più elementari dei migranti. Una dimostrazione del fatto che gli interessi degli uni e degli altri non sono poi cosi contrapposti. E un’occasione, forse, per sperimentare collegamenti e «reti» tra lotte diverse.

Le risorse sono scarse, la coperta è piccola: e quello che si «concede» ai migranti – in termini di diritti, garanzie, lavoro – viene sottratto agli italiani. Così ci raccontano i soloni della Lega Nord, di Forza Italia, di Alleanza Nazionale, tutti coloro che sostengono l’attuale maggioranza. Lo slogan è «prima gli italiani». Tuttavia, nel caso della legge 133, oggetto di vivaci contestazioni nel mondo studentesco e universitario, gli italiani non vengono prima di altri: al contrario, sono ultimi tanto quanto i migranti, gli stranieri. Almeno per una volta, il Governo non ha fatto discriminazioni su base etnica. Ma non c’è da esserne contenti. (altro…)

Read Full Post »

Un recente sondaggio dell’EURES rivela che, tra i lavoratori immigrati, otto su dieci sarebbero disponibili a scioperare per ottenere i loro diritti. L’istituto di ricerca, inoltre, ha provato a fare una stima delle conseguenze di uno sciopero generale dei migranti. E i risultati sono prevedibili: l’Italia verrebbe messa in ginocchio…

Scioperare per rivendicare i propri diritti di lavoratori e cittadini è un’eventualità accettata da otto lavoratori stranieri su dieci. È quanto emerge dall’indagine «Lavoro, diritti e integrazione degli immigrati» presentata dall’Eures. La ricerca ha coinvolto 1.105 stranieri maggiorenni in tutto il territorio nazionale e ha analizzato le condizioni di lavoro, la domanda di tutele e di diritti di cittadinanza tra i lavoratori stranieri in Italia. (altro…)

Read Full Post »

Mentre il Sindaco di Pisa dichiara guerra ai venditori ambulanti stranieri e si accoda alla moda delle «ordinanze creative», a schierarsi contro la «tolleranza zero» sono, tra gli altri, gli agenti di Polizia Municipale: coloro, cioè, che dovrebbero applicare le «ordinanze». In questo documento, le rappresentanze sindacali dei vigili spiegano che la questione della vendita ambulante non si affronta con politiche repressive, ma con l’integrazione e le politiche sociali.

La Rappresentanza Sindacale Unitaria (RSU) del Comune di Pisa esprime solidarietà ai colleghi della Polizia municipale contusi negli ultimi mesi (e non solo l’ultimo episodio del 22 Ottobre in Piazza S. Silvestro) nel corso delle operazioni anti abusivismo commerciale. Dobbiamo tuttavia ribadire la nostra aperta contrarietà ai modi con i quali l’Amministrazione Comunale e il Comando di Polizia Municipale utilizzano il personale sempre più per operazioni di controllo delle contraffazioni merceologiche e senza alcun coordinamento con le altre forze di polizia. (altro…)

Read Full Post »

Sono un elemento attivo e vitale del mercato della casa. E negli ultimi anni avevano cominciato anche ad acquistare alloggi. Oggi, anche gli immigrati subiscono gli effetti della crisi economica nel settore immobiliare. E le banche non si fidano di loro. Un interessante reportage dal sito Stranieri in Italia.

Le banche stringono sui mutui? L’acquisto di case da parte degli immigrati, elemento vitalissimo del mercato immobiliare degli ultimi anni, frena sensibilmente. Il nuovo corso del rapporto tra stranieri e mattone è fotografato dalle proiezioni dell’istituto di ricerca Scenari Immobiliari. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »